Contatti
Home
 
         
Appuntamenti
Recensioni
A botta calda
Informazione negata
Il documento
L'intervista
Il punto di vista
Da leggere insieme
Accademia della Pace
Educazione ai media
Blob
Stampa internazionale
Lettere arte scienze
Biblioteca ideale
Lettere alla stampa
Stampa italiana
Informanews
Milano e Lombardia
ZERO il libro il film
Eventi e Segnalazioni
Governo notizie Elezioni
Canale Zero
Appelli
Pandora
Ambiente
Economia
Mondo facebook
Editoriale
Indueparole
Concertodiparole
Governo di Milano
 
Cerca

Parola chiave
Categoria
Autore
Dal
Al
 
Settembre 2017
D L M M G V S
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
 
Arcoiris
 
Link a sito nazionale
 
Casa della cultura
 
PARTECIPA MI
 
 
Milano e Lombardia
Dalla giunta di Milano - l'assessore D'Alfonso risponde al Corriere
L'intervento La nuova etica per Milano Da il Corriere della Sera, lunedì 15 agosto 2011-08-15 "Ha ragione Giangiacomo Schiavi a porre il tema di una nuova etica nella politica. L'amministrazione Pisapia e' una delle risposte che Milano ha gia' dato alla perorazione del vicedirettore del Corriere agendo non come un Politburo ma come una parte, importante e trainante, di una realta' cittadina complessa. La Giunta e'¨ composta da persone espressione di quella che Dario Di Vico ha efficacemente descritto come una grande lista civica e sono lontane da interessi di partito o privati; gli assessori hanno mantenuto il loro stile di vita senza cedere alla simbologia del potere; e' stata fatta un'operazione verita' sui conti pubblici; si e' mantenuta la continuita' istituzionale rispettando impegni su Expo; si e'¨ ridata centralita'  e dignita'  al corpo dei funzionari e impiegati del Comune, che vengono da anni di umiliazioni e sottovalutazioni pubbliche e private; si sono affrontate questioni caricate di simbolismo divisivo ed elettoralista: dalla movida ai luoghi del culto per i non cattolici, con un approccio di ascolto e partecipazione; la presenza del Sindaco e degli assessori durante le notti difilibustering e'¨ stata un segno di rispetto politico e istituzionale nei confronti degli avversari politici e del Consiglio comunale; un Pgt, la cui assurdita'  resta riassunta nella previsione di un esodo all'incontrario di 500.000 milanesi, verra'  modificato dando parola ai cittadini senza cancellare integralmente il provvedimento. Tutto questo segna una chiara discontinuita'  con il passato recente e costituisce una risposta di quella che noi riteniamo essere labuona politica : tra il lancio del manifesto per Milano di 18 mesi fa e questo annuncio di lancio di manifesto per l'etica pubblica qualcosa e' avvenuto sotto il cielo di Milano. Franco D'Alfonso Assessore della giunta Pisapia
- 15 Agosto 11