Contatti
Home
 
         
Appuntamenti
Recensioni
A botta calda
Informazione negata
Il documento
L'intervista
Il punto di vista
Da leggere insieme
Accademia della Pace
Educazione ai media
Blob
Stampa internazionale
Lettere arte scienze
Biblioteca ideale
Lettere alla stampa
Stampa italiana
Informanews
Milano e Lombardia
ZERO il libro il film
Eventi e Segnalazioni
Governo notizie Elezioni
Canale Zero
Appelli
Pandora
Ambiente
Economia
Mondo facebook
Editoriale
Indueparole
Concertodiparole
Governo di Milano
 
Cerca

Parola chiave
Categoria
Autore
Dal
Al
 
Settembre 2017
D L M M G V S
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
 
Arcoiris
 
Link a sito nazionale
 
Casa della cultura
 
PARTECIPA MI
 
 
Il punto di vista
Interrogativi di queste ore
In un crescendo si susseguono scandali , illegalità macroscopiche, e lo scandalo di un giorno supera per gravità quello del giorno precedente: solo per gli ultimi giorni: G8 La Maddalena; intrecci Fastweb- Telecom-, -n’drangheta- senatore...; scandalo - oggi - che coinvolge il medesimo Balducci dello scandalo del G8 per giro di prostituzione presunto; da un paio di giorni quello che viene chiamato scherzosamente (quando non lo vedo come uno scherzo) pasticciaccio dei listini elettorali non regolari. I toni si alzano in chi dovrebbe dare prova di misura, di responsabilità, vedi ministro La Russa, che dice ricorrerà ad ogni mezzo; vedi candidata romana Polverini che annuncia la ‘prova di forza’. Un caratteristica del periodo di governo che stiamo vivendo è questo continuo accavallarsi di colpi di scena, colpi alla pancia e alla testa dei cittadini che sono un po’ sgomenti; e mi chiedo se si voglia proprio questo, che si sia messi a terra, STORDITI dall’incalzare degli eventi scandalistici e drammatici. E, altra cosa che mi dico è che mi sembra impossibile che a Milano e a Roma si sia potuto incorrere nella macroscopica fesseria (quando è troppo è troppo...) di presentare liste così irregolari e mi domando se non ci sia un qualche piano dietro che debba portare a quella ‘prova di forza’ minacciata, annunciata. Il ricorso al TAR, a meno che il responso non sia in ventiquattro ore, porterà, in caso di riammissione delle liste ora escluse, ad un allungamento della campagna elettorale e quindi ad un rinvio possibile delle elezioni. Già questo mi fa pensare. E a proposito di prova di forza non possiamo dimenticare la recentissima prova di forza, prova di signoraggio di chi cancella 4 trasmissioni televisive in un battibaleno . Insomma, queste prove di forza sono l’una già avvenuta ieri (nei riguardi della tv pubblica e di noi utenti), per non dimenticare anche la legge approvata che aggira l’art. 18 e per non dimenticare tutte le altre prove di forza dell’abuso del Decreto legge. Anzi, nel fragore di tutti gli altri eventi, questo blitz al Senato circa i diritti del Lavoro può essere recepito dalla gente in maniera meno eclatante proprio in forza del botto degli altri eventi. Tutto così avviene in Italia da molti mesi: durante un fatto mediaticamente eclatante,, passano leggine o si consumano altri inghippi...(Fateci caso ) Tutto questo insieme giustifica l’allarme che c’è in giro, (come quello di una signora che, intervenendo ad una radio, ha espresso con parole semplici uno sgomento di cittadina, piu’ o meno con i miei argomenti, dicendo, in sostanza: ogni giorno accade qualche cosa che ci sorprende scandalizza, mi sento inquieta, mi sembra che sta accadendo qualcosa…
di Germana Pisa - 03 Marzo 10