Contatti
Home
 
         
Appuntamenti
Recensioni
A botta calda
Informazione negata
Il documento
L'intervista
Il punto di vista
Da leggere insieme
Accademia della Pace
Educazione ai media
Blob
Stampa internazionale
Lettere arte scienze
Biblioteca ideale
Lettere alla stampa
Stampa italiana
Informanews
Milano e Lombardia
ZERO il libro il film
Eventi e Segnalazioni
Governo notizie Elezioni
Canale Zero
Appelli
Pandora
Ambiente
Economia
Mondo facebook
Editoriale
Indueparole
Concertodiparole
Governo di Milano
 
Cerca

Parola chiave
Categoria
Autore
Dal
Al
 
Novembre 2017
D L M M G V S
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930
 
Arcoiris
 
Link a sito nazionale
 
Casa della cultura
 
PARTECIPA MI
 
 
Ambiente
Guerra preventiva a Copenhagen

 La guerra preventiva i nostri Grandi a Copenhagen dovrebbero farla al riscaldamento climatico, ma invece la fanno ai manifestanti.

"Per stroncare sul nascere possibili problemi". la polizia danese è intervenuta con arresti preventivi" di centinaia di manifestanti a Copenhagen. I manifestanti, informa  Repubblica - esponevano slogan e distribuivano volantini contro alcune aziende tra cui Mc Donald's e una fabbrica di armi danese.
Per la manifestazione di domani, organizzata da almeno 500 ONG per chiedere che i rappresentanti dei governi facciano buone leggi sul clima, saranno messi in campo migliaia di agenti, appostati tiratori scelti sui tetti.
"E' il nostro clima, non il vostro" - recitavano i cartelli dei manifestanti, ieri, nei confronti dei quali la polizia danese ci tiene a precisare che "non è stata fatta alcuna azione violenta."Come se non fosse violenza impedire di manifestare o trascinare via dei corpi per strada.

Certo, questa Europa democratica  di tutte le possibili libertà - quella di espressione, anche del dissenso,di cui si vanta, quella di tutti i diritti possibili garantiti - non cessa di sorprendere. Nei confronti di coloro che si continua a chiamare con l'espressione no global con tutta la carica negativa che si è voluto dare alla definizione in questi anni le forze di polizia si comportano come si comportano quelle dei Paesi esplicitamente totalitari e che ogni giorno stigmatizziamo dall'alto della nostra civiltà dei diritti

E, se si è stigmatizzato a partire dal 2001 la guerra preventiva non si ha remore ad assumerne il concetto per scatenarla contro chi rappresenta gli interessi di tutti noi. Se è vero quello che scrive Cianciulli dovremmo essere grati immensamente a quelle avanguardia a Copenhagen e anzi avremmo dovuto essere presente amilioni, ognuno di noi

Attacco dal mare e dal cielo». Sono le star wars contro l’ambiente descritte da Greenpeace con il rapporto presentato a Copenaghen. Dalla firma del protocollo di Kyoto a oggi, in 12 anni, c’è stato un aumento delle emissioni di CO2 rispettivamente del 45 per cento per l’aviazione e dell’85 per cento per la navigazione (rispetto ai valori del 1990). Se il processo non verrà frenato le emissioni nei mari e nei cieli internazionali raddoppieranno o addirittura triplicheranno entro il 2050. Come la mettiamo con l’obiettivo di mantenere l’aumento di temperatura nel corso del secolo a livelli non catastrofici, cioè attorno ai 2 gradi?

 

di gea - 12 Dicembre 09