Contatti
Home
 
         
Appuntamenti
Recensioni
A botta calda
Informazione negata
Il documento
L'intervista
Il punto di vista
Da leggere insieme
Accademia della Pace
Educazione ai media
Blob
Stampa internazionale
Lettere arte scienze
Biblioteca ideale
Lettere alla stampa
Stampa italiana
Informanews
Milano e Lombardia
ZERO il libro il film
Eventi e Segnalazioni
Governo notizie Elezioni
Canale Zero
Appelli
Pandora
Ambiente
Economia
Mondo facebook
Editoriale
Indueparole
Concertodiparole
Governo di Milano
 
Cerca

Parola chiave
Categoria
Autore
Dal
Al
 
Settembre 2017
D L M M G V S
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
 
Arcoiris
 
Link a sito nazionale
 
Casa della cultura
 
PARTECIPA MI
 
 
Il punto di vista
Chi di media ferisce

"Chi di media audio-video ferisce di media audio-video... perisce": viene in mente questo a considerare la piccante vicenda della esternazione dell'on. Fini a riguardo di B. La reazione di quest'ultimo - dicono furibonda, (anche se oggi B. si mostra latte e miele e, come al solito, nega di aver mai parlato) - è quella di chi ben conosce il potere del media, sia questo tv, sia questo radio o carta stampata, piuttosto che audio e video insieme...Non si ha difficoltà a pensare che anche nell'anticamera del Parlamento o in buvette, per non dire dei salotti e dei bar si esterni sull'intricato imbarazzante rapporto di B. con la Giustizia e soprattutto sulle ultime rivelazioni del pentito che lo indica vicinissimo alla mafia. Tuttavia ben diverso peso hanno ovviamente le parole - dal sen fuggite e dal registratore raccolte e da milioni di utenti internet ascoltate - dell'on. Fini.

B., l'imbonitore pluriennale delle folle videoaffezionate, comprende appieno la potenza del media audio-video e la cosa lo preoccupa certamente di più di quanto non lo preoccuperebbero un milione di persone a p.zza S. Giovanni che gridassero quello che Fini ha detto parlando con il magistrato.

Ah, i microfoni galeotti lasciati aperti del tutto casualmente!

di ciottolo - 03 Dicembre 09