Contatti
Home
 
         
Appuntamenti
Recensioni
A botta calda
Informazione negata
Il documento
L'intervista
Il punto di vista
Da leggere insieme
Accademia della Pace
Educazione ai media
Blob
Stampa internazionale
Lettere arte scienze
Biblioteca ideale
Lettere alla stampa
Stampa italiana
Informanews
Milano e Lombardia
ZERO il libro il film
Eventi e Segnalazioni
Governo notizie Elezioni
Canale Zero
Appelli
Pandora
Ambiente
Economia
Mondo facebook
Editoriale
Indueparole
Concertodiparole
Governo di Milano
 
Cerca

Parola chiave
Categoria
Autore
Dal
Al
 
Settembre 2017
D L M M G V S
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
 
Arcoiris
 
Link a sito nazionale
 
Casa della cultura
 
PARTECIPA MI
 
 
Da leggere insieme
Il vento e l'orologio
Storia e cultura del popolo Rom Il vento e l'orologio - Ipotesi sulle origini. Le tante persecuzioni. L,olocausto nazista: bravi borghesi contro anomali. In viaggio da mille anni. Elementi culturali: religione, musica, idea del viaggio, valori e mentalitŗ. Strutture socio-economiche. Il vento contro l'orologio: 'culture clash' con la societŗ occidentale.

c a p i t o l o 1.

Chi sono

1.1. Le origini

Rom in Europa, Lom in Armenia, Dom in Medio Oriente. E' il nome con cui i popoli Zingari designano se stessi. L'origine della parola è indiana: il significato è quello di "uomo", in particolare "uomo libero".
I vari gruppi si sono poi distinti per il luogo di immigrazione (antichissimi Rom abruzzesi), per il mestiere che li caratterizza (Rom Kalderasa [calderai], Lovara [allevatori di cavalli],...) o per altre definizioni.
Il termine con cui gli Zingari identificano i sedentari è gagio (femminile gagi, plurale gage). Il termine con cui invece i gage li identificano deriva da "Atsingani", il nome di un'antica setta eretica proveniente dall'Asia minore. La fama di maghi e l'alone di mistero li accomunava ai popoli che apparvero nell'Impero bizantino; il nome fu trasferito ai popoli nomadi, trasformandosi in Zingari (italiano), Zigeuner (tedesco), Zigenar (svedese), Cingan (francese antico), Tsigane (francese moderno). Queste denominazioni sono in genere utilizzate per definire tutti popoli nomadi.
Il solo nome che li associa alla loro vera origine, quello di 'Indiani', è raramente usato. Invece, il termine inglese Gypsies deriva da una leggenda sulla loro origine egiziana (Egypcians). Il termine Bohemiens deriva dalla loro presunta origine boema.

Le leggende.

Il mistero che accompagna i popoli Zingari ha favorito la nascita di ipotesi leggendarie. Per esempio, la gi√† citata provenienza egiziana, la discendenza da No√® o addirittura da Caino. Sono numerose le leggende sulle origini bibliche: gli Zingari potrebbero essere una delle trib√Ļ d'Israele catturate dai re assiri nel 721 a.c.; oppure sarebbero i Cananei emigrati in Europa dopo la conquista di Giosu√®; o, ancora, i discendenti di Adamo e di una prima moglie, precedente ad Eva: per cui, essendo sfuggiti al peccato originale, sarebbero esonerati dall'obbligo del lavoro, di "guadagnarsi il pane col sudore della fronte".
Un'altra serie di leggende propende per l'origine africana: illustri studiosi europei (a cominciarono da Thomasius) ipotizzarono per molto tempo, senza alcun fondamento, la tesi secondo cui gli Zingari venivano da paesi di volta in volta denominati 'piccolo Egitto' o 'Egitto'. E quindi gli Zingari diventavano i discendenti dei Mammalucchi cacciati dal sultano Selim, oppure i discendenti dei sacerdoti di Iside, mescolati con sacerdoti siriani...
Queste 'ipotesi' furono riprese in Francia durante il regno di Luigi XVI, quando l'Egitto dei faraoni era di gran moda, così come il mistero degli Zingari. Nel periodo romantico ci sono gli ultimi sostenitori dell'origine egiziana[...]

seguono documenti Pdf.

Link
http://www.lombardia.megachip.info/vis_cont.php?id_art=1337

a cura di gea - 16 Marzo 08