Contatti
Home
 
         
Appuntamenti
Recensioni
A botta calda
Informazione negata
Il documento
L'intervista
Il punto di vista
Da leggere insieme
Accademia della Pace
Educazione ai media
Blob
Stampa internazionale
Lettere arte scienze
Biblioteca ideale
Lettere alla stampa
Stampa italiana
Informanews
Milano e Lombardia
ZERO il libro il film
Eventi e Segnalazioni
Governo notizie Elezioni
Canale Zero
Appelli
Pandora
Ambiente
Economia
Mondo facebook
Editoriale
Indueparole
Concertodiparole
Governo di Milano
 
Cerca

Parola chiave
Categoria
Autore
Dal
Al
 
Settembre 2017
D L M M G V S
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
 
Arcoiris
 
Link a sito nazionale
 
Casa della cultura
 
PARTECIPA MI
 
 
Blob
Elezioni – Frammenti sul PD dalla Sicilia

Sergio Scandurra riferisce a Radio Radicale della febbre in Sicilia nel corpo del Partito Democratico.

-

"Assieme ai vasi di coccio mi sa che ci sono le giare di pirandelliana memoria. Ma partiamo intanto dalla notizia: la questione delle liste del Partito democratico nell’isola. Allora: riunione importante e improvvisa (non ancora contemplata dalle agenzie di stampa), di nove segretari provinciali della Sicilia. Cosa chiedono?chiedono la riapertura delle liste ma guarda un po’…Questo è uno degli effetti della gestione dell’organigramma delle liste per Camera e Senato  nella circoscrizione siciliana. Dunque: i nove segretari provinciali della Sicilia si stanno vedendo, stanno arrivando a poco a poco adesso in via Pasubio, proprio nella segreteria di Anna Finocchiaro. Guardate che anche questo luogo è da tenere in considerazione e vi spiegheremo anche perché.

Va detto che sicuramente la re-inclusione di Beppe Lumia  al di là dei meriti della buona o cattiva testimonianza antimafia, di fatto ha aperto sostanzialmente un precedente. Che cosa chiedono i segretari provinciali della Sicilia, di riaprire le liste perché non sono andate giù alcune imposizioni …Vi diamo i nomi dei quattro candidati che sono nel mirino dei segretari provinciali siciliani; cominciamo con un grande segno di discontinuità: la figlia dell’ex ministro  Totò Cardinale candidata peraltro con il placet del boy scout Beppe Fioroni. Secondo nome il  consigliere di Romano Prodi, poi Pietro Martino, potremmo dire il principe dei portaborse, e anche un assessore uscente della Giunta capitolina di cui perdonate non ricordo più.. il nome. Chi viene tenuto fuori da questa querelle è Andrea Armaro portavoce di arturo Parisi non foss’altro perché è originario della città di Siracusa.

Una cosa tengono a sottolineare i segretari provinciali:  che non si sognano minimamente di mettere in discussione la presenza di un radicale nelle circoscrizioni siciliane, (ci si riferisce al segretario dei radicali italiani Rita Bernardini, in relazione alla quale rispettano pienamente i termini dell’accordo e le motivazioni che la ritrovano candidata nelle liste del partito democratico. Ma qual è l’altra notizia quella più corposa e direi con retroscena, che certo non aiuterà questa campagna tutta in salita di Anna Finocchiaro per le elezioni regionali (perché sì... a contrapporre questa vicenda del Partito Democratico purtroppo c’è di mezzo la contemporaneità della delicatissima campagna elettorale che è quella per la presidenza della Regione il rinnovo del parlamento siciliano)
. Noi lo avevamo antiipato in realtà come rischio in una intervista che avevamo fatto al segretario regionale della CGIL Italo Trivio: la fuga, non sapremmo dire se in massa o comunque cospicua, di certi reucci di provincia che da sempre sono stati degli ottimi portatori di voti sia dall’una che dall’altra parte  sia di area DS che di area Margherita…e che starebbero, se non lo hanno già fatto, per passare nelle file delle liste del Movimeno per l’Autonomia di Raffaele Lombardo, che sarebbe sul punto di presentare addirittura una terza lista alle elezioni regionali. Guardate un po’, forse il titolo ipotizzato potrebbe essere: Democratici per l’Autonomia o Autonomia Democratica o giù di lì.

Chi ha aperto le danze e’ stato proprio uno dei principali portatori di voti che viene dalle file della Margherita anche se è stato in passato con Forza Italia nella Sicilia orientale di cui ha avuto la reggenza provinciale prprio nella città di Catania che è l’ex rettore della Università Liberato, parlamentare di lungo corso della Democrazia Cristiana; e qualcuno sarebbe anche intenzionato a chiedere all’interno del Partito Democratico siciliano, la testa del segretario regionale Francantonio Genovese. Che forse tra l’altro un grazie lo deve dire ancora Raffaele Lombardo perché quando vinse la battaglia sulla sindacatura di Messina – ricordiamo che Genovese è sindaco uscente della città dello stretto – vinse quella battaglia grazie al fatto che Lombardo riuscì a presentare una terza candidatura fuori della Casa delle Libertà e quindi molto bene ancora Genovese e Lombardo....E  quindi qualche malizioso addirittura si è spinto a sostenere che il segretario regionale del partito democratico sarebbe persino oggetto di attenzione da parte di Lombardo.
Queste sono ovviamente illazioni ma di sicuro vi possiamo confermare che …Di tutto possiamo immaginare tranne che Anna Finocchiaro sia allegra e contenta davanti a cotanta confusione, staremo a vedere intanto vedremo cosa registreranno i sismografi dell’Etna con questa accesissima e infuocatissima riunione dei 9 segretri provinciali che chiedono la riapertura delle liste.

a cura di gea da Radio Radicale - 07 Marzo 08