Contatti
Home
 
         
Appuntamenti
Recensioni
A botta calda
Informazione negata
Il documento
L'intervista
Il punto di vista
Da leggere insieme
Accademia della Pace
Educazione ai media
Blob
Stampa internazionale
Lettere arte scienze
Biblioteca ideale
Lettere alla stampa
Stampa italiana
Informanews
Milano e Lombardia
ZERO il libro il film
Eventi e Segnalazioni
Governo notizie Elezioni
Canale Zero
Appelli
Pandora
Ambiente
Economia
Mondo facebook
Editoriale
Indueparole
Concertodiparole
Governo di Milano
 
Cerca

Parola chiave
Categoria
Autore
Dal
Al
 
Novembre 2017
D L M M G V S
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930
 
Arcoiris
 
Link a sito nazionale
 
Casa della cultura
 
PARTECIPA MI
 
 
Appuntamenti
Unicredit, fuori dalla costruzione della diga di Ilisu nel Kurdistan turco!
Giovedi, 15 Novembre 2007 -

UNICREDIT FUORI
DALLA COSTRUZIONE DELLA DIGA DI ILISU NEL KURDISTAN TURCO!
Giu' le mani da Hasankeyf

Unicredit Group - attraverso la controllata banca austriaca Bank Austria Creditanstalt - intende contribuire con 280 milioni di euro al finanziamento di uno dei più controversi progetti di dighe esistenti al mondo, quello della diga di Ilisu sul fiume Tigri, in Turchia. Unicredit Group ritiene che tale progetto sia ben monitorato e in linea con gli standard internazionali.

A tale affermazione si oppongono alcuni fatti inconfutabili:

- il ritiro dal progetto della Banca Mondiale già verificatosi nel passato, così come recentemente quello di un’importante banca svizzera, la Zuercher Kantonalbank;
- i documenti prodotti al riguardo (piano di reinsediamento degli sfollati, la valutazione di impatto ambientale, il piano di salvaguardia dei beni culturali) contenenti evidenti e gravi lacune rispetto agli standard internazionali. 

Le conseguenze della costruzione di tale diga sarebbero incalcolabili e irreversibili, quali:

- la storica città di Hasankeyf e centinaia di altri antichi beni culturali nella valle del Tigri, che rappresentano una preziosa eredità di tutta l’umanità, verrebbero sommerse;
- oltre 55.000 persone perderebbero tutto o in parte la loro fonte di sostentamento: sono destinate a una vita di povertà. Al momento la certezza del risarcimento e la sua adeguatezza non è assicurata né valutabile. Nonostante ciò l’attività di esproprio delle terre è già iniziata;
- la natura unica al mondo della valle del Tigri con le sue numerose specie animali e vegetali sarebbe sommersa. Mancando informazioni sulla reale ricchezza di specie di questi ecosistemi, nessuna valutazione di impatto ambientale è al momento possibile;
- mancando accordi sull’utilizzo dell’acqua del Tigri con le confinanti nazioni Siria e Iraq, come prevede il diritto dei popoli, questa potrebbe essere utilizzata come strumento di ricatto nei loro confronti. Una diminuzione dei flussi di acqua ed un peggioramento della sua qualità avrebbero ripercussioni gravi su tali territori.

Se anche tu sei dell’opinione che la diga di Ilisu in nessun caso possa essere finanziata con denaro di Unicredit allora protesta presso una qualsiasi filiale, ovvero presso la sede centrale (Direzione Centrale Unicredit, Palazzo Cordusio, Piazza Cordusio Milano - 20123; info@unicreditgroup.eu).


                          La giornata prevista per la mobilitazione è       

                                   GIOVEDI’ 15 novembre ore 10.30

    in piazza Cordusio, a Milano, davanti alla sede centrale di UNICREDIT

                            o comunque presso le filiali di altre città
 
                                    


Qualora Unicredit Group dovesse decidere di sostenere effettivamente lo scandaloso progetto, noi ritireremmo dalla banca i nostri risparmi. E tu?
 
Per ulteriori informazioni potete rivolgervi
all’organizzazione AcquaSuAv:
AcquaSuAv@yahoo.it; **
Tel 349.8423054
Referenti per l’iniziativa del 15 novembre a Milano:
Fabio Clerici tel. 340 6265458 Email: fabio.clerici@autistici.org
Lucia Agrati tel. 347 1006282 Email: lucia.ag@libero.it

Per la partenza da Alessandria, potete contattare: Antonio Olivieri tel. 335 7564743 Email: antonioolivieri@libero.it


Promotori
AcquaSuAv del Coordinamento Italiano in Solidarietà con il Popolo Kurdo e il Kurdistan; Associazione verso il Kurdistan (Alessandria); Cecina Social Forum (LI); Ass.Fonti di Pace (MI); Ufficio per l’informazione del Kurdistan in Italia (Mehmet Yuksel); Associazione nazionale AZAD; Campagna per la Riforma della Banca Mondiale; Donne in nero; Europa Levante.

Adesioni
Comitato di solidarietà con il popolo del Kurdistan della Sardegna; ASCE (Associazione Sarda Contro l'Emarginazione); Un ponte per (nazionale); Arci (nazionale); Associazione Senzaconfine (Roma); Legambiente; Assopace nazionale; Attac – Vicenza; Redazione di Terrelibere.org; Comitato bastaguerra di Milano; Comitato Italiano per un Contratto Mondiale sull'Acqua; Rete Bioregionale Italiana; Circolo Peppino Impastato (Vercelli); I Cittadini Invisibili (Sicilia); La Soglia Gruppo Comboniano (Licata - Sicilia); Comitato Civico Stabiese "CO.CI.S" (Castellammare di Stabbia - Napoli); Ekuodaunia S.Severo (FG)(Un percorso condiviso di pace e giustizia sociale); Un ponte per (Comitato di Bologna); Abruzzo Social Forum; Punto Rosso nazionale (Milano); Punto Rosso (Massa); A Sud - Ecologia e Cooperazione Onlus (Roma); Aqua Res Publica (Ascoli Piceno); Sud Pontino Social Forum; Attac – Catania; Coordinamento nord sud del mondo (Milano); Assopace  (Milano); Attac – Vercelli; SDL – Sindacato dei lavoratori (nazionale); Ass. Lupus in Fabula onlus (PU); Donne in nero (Napoli); Geologia senza frontiere; Legambiente (Circolo Vercelli).


Vittorio Agnoletto Europarlamentare; Luisa Morgantini Europarlamentare Vice-Presidente del Parlamento Europeo; Antono Di Pietro Ministro delle Infrastrutture; Ramon Mantovani Deputato alla Camera; Josè Luis de Rojo Senatore; Erminia Emprin Senatrice; Tiziana Valpiana Senatrice; Gianna Cappelli Senatore; Franca Rame Senatrice; Stefano Pedica Deputato alla Camera; Leoluca Orlando Deputato alla Camera; Stefano Stefani Senatore; Gianpaolo Silvestri Senatore; Calò, sottosegretario alla Comunicazione;  Partito della Rifondazione Comunista.


Nadia Cervoni (Donne in nero); Roberto della Seta (Presidente  di Legambiente); Riccardo Petrella (Comitato internazionale per il Contratto Mondiale dell'Acqua); Dario Fo Premio Nobel 1997 per la Letteratura; Antonio Mazzeo (redazione di terrelibere.org); Carmelo Cecere (Salerno); Paola e Gino De Matteo (Caserta); Milena Valli (Sondrio); Giuliana Beltrame - Cons. Comunale ind. PRC S.E (Padova).

 

 

Informazioni utili
Per ulteriori informazioni potete rivolgervi
all’organizzazione AcquaSuAv:
AcquaSuAv@yahoo.it; **
Tel 349.8423054
Referenti per l’iniziativa del 15 novembre a Milano:
Fabio Clerici tel. 340 6265458 Email: fabio.clerici@autistici.org
Lucia Agrati tel. 347 1006282 Email: lucia.ag@libero.it

Per la partenza da Alessandria, potete contattare: Antonio Olivieri tel. 335 7564743 Email: antonioolivieri@libero.it

Link
http://www.AcquaSuAv.org

Redazione - 15 Novembre 07