Contatti
Home
 
         
Appuntamenti
Recensioni
A botta calda
Informazione negata
Il documento
L'intervista
Il punto di vista
Da leggere insieme
Accademia della Pace
Educazione ai media
Blob
Stampa internazionale
Lettere arte scienze
Biblioteca ideale
Lettere alla stampa
Stampa italiana
Informanews
Milano e Lombardia
ZERO il libro il film
Eventi e Segnalazioni
Governo notizie Elezioni
Canale Zero
Appelli
Pandora
Ambiente
Economia
Mondo facebook
Editoriale
Indueparole
Concertodiparole
Governo di Milano
 
Cerca

Parola chiave
Categoria
Autore
Dal
Al
 
Settembre 2017
D L M M G V S
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
 
Arcoiris
 
Link a sito nazionale
 
Casa della cultura
 
PARTECIPA MI
 
 
Recensioni
Zero - il libro - una ricostruzione dei fatti relativi all'11 settembre

“Ogni dieci anni, all’incirca, gli Stati Uniti devono prendere per la gola qualche piccolo riottoso Paese e scaraventarlo contro un muro, così, tanto per mostrare al mondo ciò che noi intendiamo per affari”
E’ una citazione da "Zero" e l’autore delle parole “è il prof. Michael Ledeen, uno dei fondatori del Progetto per il Nuovo Secolo Americano”. Si parla di questo ‘progetto’ in molte circostanze del libro, il pensiero va spesso ad esso mentre si articolano, in modi diversi declinate, le ricostruzioni dell’11 settembre , le analisi, le testimonianze.

“Zero” : nel senso di ripartire da zero nella ricerca della verità dei fatti; e qui a questa verità ci si avvicina, la si intravede e persegue con una impressionante mole di dettagli, come nella ricostruzione di Webster Griffin Tarpley; di testimonianze, ricostruzioni, analisi
 Ognuno affrontando il racconto del giorno della fatidica data (così come di quelli che la hanno preceduta e seguita) sotto le diverse angolazioni , i vari Autori, nel libro, inesorabilmente convergono sul fatto che quei fatti - come ci sono stati raccontati - non reggono ad una analisi.

Ripartire da zero e avvicinarsi alla verità  è indispensabile per i giorni presenti e soprattutto a venire, che saranno quelli della guerra infinita americana nel mondo, che ci è stata promessa facendola scaturire dai fatti di quel giorno o saranno diversi da un simile destino nella misura in cui saremo in grado di fornire una diversa verità delle ore tragiche dell’11 settembre.

Zero ospita i saggi di:
David Ray Griffin: "Il rapportosulla Commissione sull'11 settembre. Il capolavoro di omissione e mistificazione di Philip Zelikow."

Claudio Fracassi: :"La Waterloo dell'informazione"

Andreas von Bulow: "Il governo Bush prima, durante e dopo gli attacchi dell'11 settembre rispetto a quattro possibili ipotesi di complotto".

Lidia Ravera: "L'impotenza"

Jurgen Elsasser: " Da Sarajevo ad Amburgo. Terroristi, agenti, doppiogiochisti: i principali indiziati dell'11 settembre impararono il mestiere del terrore nei Balcani negli anni Novanta e furono in contatto con i servizi segreti degli Stati Uniti".

Giulietto Chiesa: "Come Marte ha vinto Venere l'11 settembre" .

Steven E. Jones: "Un'analisi scientifica del crollo degli edifici del World Trade Center".

Franco Cardini - Maria Montesano: " Neocon. Politica, cultura, affiliazioni del movimento neoconservatore

Webstwr Griffin Tarpley: " Anatomia di un coup d'etat. Come le esercitazioni e le manovre del Pentagono sono divenuti i canali chiave per gli attacchi segreti del governo l'11 settembre".

Michel Chossudovsky: " Al Qaeda e la "guerra al terrore".

Enzo Modugno: "11/9 e warfare: il capolavoro di Bush".

Thierrhy Meyssan: "Resistere alla menzogna".

Barrie Zwicker: "Il complotto della "teoria del complotto".

Gianni Vattimo: " L'11 settembre e l'Italia: considerazioni politiche".

Intervista a Gore Vidal di Paolo Jormi Bianchi e Giulietto Chiesa

in appendice:
testimonianze
bibliografia

a cura di gea - 06 Ottobre 07