Contatti
         
 
Appuntamenti
Recensioni
A botta calda
Informazione negata
Il documento
L'intervista
Il punto di vista
Da leggere insieme
Accademia della Pace
Educazione ai media
Blob
Stampa internazionale
Lettere arte scienze
Biblioteca ideale
Lettere alla stampa
Stampa italiana
Informanews
Milano e Lombardia
ZERO il libro il film
Eventi e Segnalazioni
Governo notizie Elezioni
Canale Zero
Appelli
Pandora
Ambiente
Economia
Mondo facebook
Editoriale
Indueparole
Concertodiparole
Governo di Milano
 
Cerca

Parola chiave
Categoria
Autore
Dal
Al
 
Agosto 2017
D L M M G V S
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
 
Arcoiris
 
Link a sito nazionale
 
Casa della cultura
 
PARTECIPA MI
 
 
Lettere arte scienze
La costruzione dell'incertezza e dell'insicurezza
Martedi, 15 Gennaio 2008

RIPROPOSTA - In questo testo, Baumann esplora "i meccanismi dell'incertezza e della insicurezza" che - evidenziati - illuminano non poco una realta'  che ci circonda e coinvolge tutti. "I meccanismi all'opera dietro la costruzione dell'incertezza e della insicurezza sono globali, restano al di la' della portata delle istituzioni politiche esistenti; soprattutto al di la'  della portata delle autorita'  statali elette. Il mondo (...) e' tenuto insieme da una serie di reti sovrapposte: rete di borse valori, di canali televisivi, di computer o di stati. Le reti sono luoghi di flusso: flusso di potere, capitali, informazione; un processo ormai essenzialmente libero da vincoli spaziali e temporali. (..) la classe politica dimostra una tendenza naturale a cercare rimedi in un ambito ......continua
Lettere arte scienze
dove Montag, fuggito, incontra gli uomini-libro
Sabato, 09 Giugno 2012
Riproposta: Due giorni orsono e' mancato un grande poeta: Ray Bradbury. Si' poeta, e anche chi parlando di lui lo continua a definire preferibilmente "scrittore di fantascienza", non contestera'  la parola "poeta" a indicare lo scrittore che ci ha donato scritti dove la immaginazione fantastica ci ha conquistato. Citiamo Fahrenheit 451 e Cronache Marziane - solo per indicare le sue due opere piu' note e piu' indimenticabili. I suoi - specie Fahrenheit - sono stati scritti oserei dire pericolosamente anticipatori di un futuro che adesso ci incalza. Mi piace riportare un brano di quell'opera, quello che ci conduce a conoscere gli uomini-libro e Montag, il protagonista del romanzo.......continua
 
Recensioni
'Discorso sulla decrescita' - di Maurizio Pallante
Sabato, 09 Agosto 2008
RIPROPOSTA - 'Considerare la decrescita come una condizione felice puo' sembrare una contraddizione, ma in realta'  essa indica un nuovo sistema di valori e una prospettiva economica e produttiva finalizzata allo sviluppo di tecnologie che frenino la catastrofe ambientale causata dai processi produttivi. La decrescita non e' una rinuncia, una riduzione del benessere, un ritorno al passato. Piuttosto e' una scelta consapevole, un miglioramento della qualita'  della vita, una rispettosa attenzione per il futuro. E la sobrieta'  non e'¨ solo uno stile di vita, ma una guida per la ricerca scientifica[...]Le sirene dello sviluppo cantano alle orecchie dei popoli poveri nell'interesse dei popoli ricchi......continua
 
Lettere arte scienze
La realta' e' informazione
Domenica, 29 Marzo 2009
Riproposta dal 2009 - Nel descrivere il comportamento della materia in fisica quantistica alcuni scienziati si interrogano sul ruolo della conoscenza e interrogano la filosofia; lo fa John Barrow, lo fa Stephen Hawking e anche Anton Zeilinger che nel suo saggio Il velo di Einstein del quale pubblichiamo l'introduzione dopo aver descritto i quesiti che si pongono allo scienziato di fronte alle nuove frontiere della fisica, terminera' - tra l'altro - con il proporre la radicale affermazione: la realta' e' informazione [..]....continua
 
Milano e Lombardia
Giochi di cortile, giochi ritrovati
Mercoledi, 05 Giugno 2013
Ecco le inconfondibili grida gioiose di bambini che giocano in cortile. E il dopo cena, La sera non tarda, il buioè temperato dalle molti luci delle finestre di chi si attarda alla cena o al dopo-cena. Non è ancora sentore di notte e di silenzio; e comunque c'è un silenzio relativo per il minor traffico di auto e di vocii lungo la strada, così che può risaltare in tutta la sua vivezza il grido dei bambini. Cosa giocano i bambini qui di sotto? [...]...continua