Contatti
         
 
Appuntamenti
Recensioni
A botta calda
Informazione negata
Il documento
L'intervista
Il punto di vista
Da leggere insieme
Accademia della Pace
Educazione ai media
Blob
Stampa internazionale
Lettere arte scienze
Biblioteca ideale
Lettere alla stampa
Stampa italiana
Informanews
Milano e Lombardia
ZERO il libro il film
Eventi e Segnalazioni
Governo notizie Elezioni
Canale Zero
Appelli
Pandora
Ambiente
Economia
Mondo facebook
Editoriale
Indueparole
Concertodiparole
Governo di Milano
 
Cerca

Parola chiave
Categoria
Autore
Dal
Al
 
Ottobre 2017
D L M M G V S
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031
 
Arcoiris
 
Link a sito nazionale
 
Casa della cultura
 
PARTECIPA MI
 
 
Lettere arte scienze
La costruzione dell'incertezza e dell'insicurezza
Martedi, 15 Gennaio 2008

RIPROPOSTA - In questo testo, Baumann esplora "i meccanismi dell'incertezza e della insicurezza" che - evidenziati - illuminano non poco una realta'  che ci circonda e coinvolge tutti. "I meccanismi all'opera dietro la costruzione dell'incertezza e della insicurezza sono globali, restano al di la' della portata delle istituzioni politiche esistenti; soprattutto al di la'  della portata delle autorita'  statali elette. Il mondo (...) e' tenuto insieme da una serie di reti sovrapposte: rete di borse valori, di canali televisivi, di computer o di stati. Le reti sono luoghi di flusso: flusso di potere, capitali, informazione; un processo ormai essenzialmente libero da vincoli spaziali e temporali. (..) la classe politica dimostra una tendenza naturale a cercare rimedi in un ambito ......continua
Il documento
Come il Times annuncio' la Rivoluzione Francese
Domenica, 18 Gennaio 2009
Riproposta: Il Times: un assai illustre rappresentante della carta stampata. In un vecchio numero 1981 - del mensile "Storia Illustrata" Giorgio Bonacina racconta la sua storia, con un lungo articolo che ripercorre le tappe della vita del quotidiano londinese, che fu - tra l'altro - il primo in assoluto in Europa a dare con straordinaria celeritą per i tempi la notizia dello scoppio della Rivoluzione Francese - Anche il Times, il piu' indipendente e prestigioso giornale del mondo, dopo quasi due secoli di vita e di successi deve fare i conti con la crisi generale che travaglia il mondo della carta stampata [...]...continua
 
Il documento
Come ti tematizzo il cervello
Domenica, 01 Aprile 2007
RIPROPOSTA di un articolo scritto per il sito di Megachip, pagina nazionale il 21.10.2005 da Paolo Jormi Bianchi, che si ispira al libro: 'Il problema della manipolazione, peccato originale dei media'? La tematizzazione una tecnica di manipolazione estremamente efficace e per questo viene continuamente messa in opera dal concerto di potere politico e mass mediologico. Vale la pena di studiare come funziona, perche' in larga misura alla base della formazione delle opinioni pubbliche contemporanee. Appurato che i media hanno una loro agenda [...] ...continua
 
Lettere arte scienze
La realta' e' informazione
Domenica, 29 Marzo 2009
Riproposta dal 2009 - Nel descrivere il comportamento della materia in fisica quantistica alcuni scienziati si interrogano sul ruolo della conoscenza e interrogano la filosofia; lo fa John Barrow, lo fa Stephen Hawking e anche Anton Zeilinger che nel suo saggio Il velo di Einstein del quale pubblichiamo l'introduzione dopo aver descritto i quesiti che si pongono allo scienziato di fronte alle nuove frontiere della fisica, terminera' - tra l'altro - con il proporre la radicale affermazione: la realta' e' informazione [..]....continua
 
Economia
Se 2,5 milioni vi sembrano pochi.
Giovedi, 11 Giugno 2009
"Sono tanti o sono pochi 2,5 milioni di individui in condizione di povertą  assoluta censiti dall'Istat nel 2007? Secondo un editoriale del Sole 24 Ore (24/04/09), i dati sulla povertą  assoluta pubblicati a fine aprile dall'Istat e la contemporanea indagine della Banca d'Italia sulla distribuzione della ricchezza, presentata durante una recente audizione parlamentare smentirebbero la diffusa percezione di impoverimento del ceto medio e di aumento delle disuguaglianze che gli italiani avvertono. O meglio, non la confermerebbero se non in minima misura. Infatti i dati dell'Istat ci dicono che dal 2005 al 2007 l'incidenza della povertą  assoluta rimasta pressochč stabile[...]...continua